9REN
Menu

Risposte per te

FOTOVOLTAICO

Quali vantaggi ho con un impianto fotovoltaico?

Se installi un impianto fotovoltaico diventi un produttore di energia pulita e questo ha importanti vantaggi perché:

  • l'elettricità di origine fotovoltaica sfrutta l'energia solare, una fonte pulita e rinnovabile. Installare moduli fotovoltaici permette di produrre energia annullando le emissioni di CO2 , in questo modo la tua abitazione riduce gli impatti sull'ambiente e diventa sostenibile.
  • la tecnologia fotovoltaica è largamente sperimentata, per questo è sicura e affidabile. Inoltre è particolarmente promettente perché in Paesi come l'Italia, con alti livelli di insolazione, ha enormi potenzialità
  • ti consente di abbattere i costi della bolletta elettrica grazie all'autoconsumo dell'elettricità prodotta.

Esiste una convenienza economica?

Il fotovoltaico è conveniente anche da un punto di vista economico. Produci l'energia che ti serve e non devi dipendere dai fornitori di energia; sei immune agli aumenti di prezzo dell'energia elettrica e puoi immettere nella rete elettrica l'elettricità in eccesso ricavandone un ulteriore guadagno per oltre 20 anni. Non si deve dimenticare che l'energia acquistata dalla rete è gravata da tasse, oneri di sistema e servizi di rete e misura, che complessivamente pesano per il 46% del costo del kWh in bolletta (rispettivamente 12%, 19% e 15% del costo finale), con l'autoproduzione tutto questo sparisce.

Produrre la propria energia si sta rivelando quindi un'ottima opportunità economica anche senza gli incentivi.

Grazie a 9REN potrai anche usufruire delle numerose soluzioni per ridurre i tuoi consumi energetici, attraverso interventi di efficienza energetica pensati su misura per la tua casa, e contenere così i costi della bolletta.

E' possibile avere dei finanziamenti per acquistare un impianto fotovoltaico?

Con 9REN è possibile accedere a finanziamenti a tasso agevolato per acquistare un impianto fotovoltaico, con il vantaggio di avere un unico interlocutore, senza perdita di tempo, che si occupa di tutte le pratiche amministrative per il finanziamento.

Un consulente 9REN sarà a tua completa disposizione per illustrarti un prodotto finanziario costruito "su misura" per le tue necessità.

Come è fatto un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico è composto da una serie di elementi:

  • moduli fotovoltaici. Vengono installati sul tetto e sono generalmente disposti con orientamento opportuno per captare al meglio l'energia solare. Per un impianto con potenza installata pari a 3 kWp (potenza tipica per un impianto famigliare) hanno un ingombro di circa 25 mq. La superficie dell'impianto fotovoltaico aumenta con la potenza
  • inverter. È l'elemento centrale dell'impianto assieme ai moduli. Serve per trasformare la corrente continua prodotta dai pannelli fotovoltaici, in corrente alternata adatta per gli usi domestici. Generalmente viene posizionato nel sottotetto o in zone accessibili (cantina, garage, …)
  • contatore di produzione: serve per misurare l'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico
  • strutture, canaline, cavi elettrici elementi necessari per assemblare l'impianto fotovoltaico.

Cosa devo fare per installare un impianto fotovoltaico sul mio tetto?

Se decidi di installare un impianto fotovoltaico sul tetto di casa tua, non dovrai preoccuparti di nulla, perché la rete di partner qualificati 9REN si occuperà di tutto il processo di installazione, dagli aspetti tecnici a quelli burocratici e amministrativi:

  • il partner 9REN effettuerà presso la tua abitazione un sopralluogo tecnico, grazie al quale ti confermerà - in base alla particolare conformità del tuo tetto - la possibilità di realizzare un impianto fotovoltaico. Ti verrà spiegato passo per passo il progetto e di come il tuo impianto verrà collegato in rete
  • entro 45 giorni dalla firma del contratto il tuo impianto sarà installato e allacciato alla rete elettrica. Il costo di tali attività è compreso nel prezzo proposto. Solo in casi particolari, dove sono necessarie opere aggiuntive, il preventivo potrebbe variare, ma sarai informato in sede di sopralluogo, in modo da poter liberamente valutare se procedere o meno con l'installazione.

Quali documenti sono necessari per il sopralluogo di 9REN?

In occasione del sopralluogo da parte di un nostro partner, dovrai preparare la seguente documentazione, per poter consentire la valutazione tecnica preliminare:

  • ultima bolletta dell'energia elettrica (nella quale sono indicati i consumi annui)
  • carta d'identità in corso di validità e codice fiscale
  • IBAN (per l'accredito delle tariffe incentivanti)
  • atto di proprietà dell'immobile
  • visura catastale dell'immobile
  • mappa catastale dell'immobile
  • sezioni e prospetti dell'immobile e del tetto, se in possesso
  • certificato della Classe Energetica dell'immobile (ACE)

Nel caso in cui sia necessario produrre altra documentazione, ti sarà richiesta successivamente dal partner 9REN.

Ci sono delle procedure burocratiche da seguire?

9REN ti offre la soluzione "impianti chiavi in mano", per questo non dovrai preoccuparti di alcun aspetto tecnico o amministrativo.

Il nostro partner 9REN si occuperà sia della messa in opera dell'impianto fotovoltaico, sia della gestione di tutte le pratiche amministrative necessarie per l'ottenimento degli incentivi previsti.

Saremo quindi noi a provvedere ai seguenti documenti:

  • DIA/CIL o equivalenti
  • preventivo dal Distributore locale
  • pratiche di riconoscimento tariffa
  • pratiche di finanziamento

Quello che dovrai fare è indicare nella dichiarazione dei redditi il ricavo per l'energia immessa in rete e remunerata.

Devo cambiare il contatore di elettricità?

Il tuo contatore elettrico non verrà sostituito, ma ne sarà installato uno aggiuntivo (contatore di produzione) che indica la tua produzione elettrica da fotovoltaico. Il Distributore locale lo leggerà in automatico e in questo modo ti saranno decurtati in bolletta gli importi relativi all'energia elettrica generata dal tuo impianto fotovoltaico che "auto consumerai". Non sarà necessario effettuare alcun adempimento per letture o pratiche.

Da dove proviene il materiale utilizzato per realizzare l'impianto?

I pannelli fotovoltaici utilizzati da 9REN sono di ottima qualità e hanno un prezzo estremamente conveniente rispetto alla media del mercato.

Utilizziamo sia prodotti italiani altamente qualificati , con la garanzia del "MADE IN ITALY", sia ottimi prodotti non Europei molto competitivi come prezzo, che superano i più severi test di qualità presenti sul mercato.

Tutti i prodotti impiegati per la realizzazione del tuo impianto fotovoltaico sono conformi alle certificazioni richieste per legge (IEC), che garantiscono le performance in condizioni climatiche avverse (neve, vento, grandine, sovraccarico elettrico ecc.).

Quale è la durata media di un impianto?

L'impianto ha una vita utile di almeno 20 anni e può produrre energia elettrica fino a 30 anni. La produzione di energia elettrica dell'impianto, a parità di esposizione solare, è pressoché invariata nel tempo. In caso di guasti è possibile contattare il Numero Verde 800.134.010 per l'assistenza 9REN che fornirà tutta l'assistenza necessaria.

Che tipo di garanzie ha l'impianto fotovoltaico?

  • i moduli fotovoltaici sono garantiti 10 anni per i difetti di fabbricazione
  • l'inverter è garantito 10 anni (contro i 5 anni standard del mercato)
  • sulle prestazioni dei moduli fotovoltaici, la garanzia copre l'80% della produzione sino al 25esimo anno di vita

Qualora ci sia la necessità di sostituire parte dell'impianto fotovoltaico o effettuare la manutenzione durante la vita utile dell'impianto, tutti i prodotti coperti dalla garanzia saranno sostituiti gratuitamente (manodopera e spese di trasporto inclusi).

E' inoltre possibile valutare con il tecnico 9ren, in fase di sottoscrizione, la garanzia opzionale "All Risk", che copre i danni diretti all'impianto (furto/incendio) e indiretti (RC atti di terzi).

I partner 9REN garantiscono lo smaltimento dei moduli a fine vita grazie all'adesione al consorzio nazionale raccolta e riciclo (Cobat).

Quali sono i vantaggi e le garanzie di 9REN?

9REN è uno dei principali protagonisti nel mercato del fotovoltaico. La sua solidità e forza derivano dal fatto di non essere solo un'azienda che produce e installa impianti fotovoltaici, ma di essere al contempo uno dei maggiori investitori del settore che ad oggi ha realizzato oltre 200 MW di impianti e centrali fotovoltaiche di proprietà e per terzi.

end faq

EFFICIENZA ENERGETICA

Che cosa è l'efficienza energetica?

L'efficienza energetica rappresenta il rapporto tra quanto ottenuto in termini di prodotti e servizi e l'energia impiegata per la produzione di tali prodotti o servizi. Obiettivi di efficienza e risparmio energetico possono essere raggiunti sia mediante tecnologie, sia con comportamenti maggiormente consapevoli e responsabili degli utenti finali.

I vantaggi economici per i consumatori, una volta realizzati gli interventi di miglioramento, sono immediatamente visibili dai risparmi in bolletta e per alcuni interventi, grazie anche a misure di incentivazione nazionali e territoriali, il recupero dell'investimento avviene nel breve-medio termine.

Perché essere efficienti?

Oggi l'energia è un problema che riguarda tutti noi. La continua crescita della domanda energetica determina un sempre più elevato depauperamento delle risorse naturali e importanti effetti sulla salute del pianeta e su tutta la popolazione mondiale. Si stima che nel 2100 il consumo mondiale di energia sarà tre volte quello attuale. Basti pensare che le emissioni di CO2 e degli altri gas effetto serra sono aumentate del 25% negli ultimi 150 anni e che il 44% dei gas effetto serra viene prodotto dal settore residenziale, terziario e dall'industria. In Europa il 42% dei consumi finali di energia è attribuita agli edifici e secondo i dati dell'Enea nel 2011 sul territorio nazionale si contavano oltre 69 milioni di unità immobiliari.

Nel settore domestico, un massiccio ricorso a tecnologie più efficienti permetterebbe di ottenere riduzioni di consumi fino al 12% già nell'anno 2020, circa 4 Mtep in meno rispetto all'evoluzione tendenziale, pari a circa 1,4 miliardi di euro.

Sono numeri che fanno immediatamente capire l'enorme potenziale di risparmio energetico che si può ottenere dal settore residenziale con interventi di efficienza energetica. Sempre secondo i dati dell'Enea ammonta a 20 a 1 il rapporto tra il costo annuale della bolletta per un edificio in classe G rispetto ad un edificio di uguale metratura in classe A+.

Quali sono le potenzialità di risparmio per una famiglia

Ogni famiglia di 4 persone consuma per la casa circa 1,8 tep (tonnellate equivalenti di petrolio) in un anno, per l'uso di combustibili e di energia elettrica. Più della metà di tale consumo è assorbito dal riscaldamento.

Il consumo di un solo chilowattora elettrico, che corrisponde a circa mezzora d'accensione di uno scaldacqua o di una stufetta elettrici, richiede la combustione, nelle migliori centrali, di circa 250 grammi di olio combustibile e provoca l'immissione nell'atmosfera di 750 grammi di anidride carbonica. Una famiglia di 4 persone, che consuma al giorno circa 10 kWh elettrici, libera quasi 6 kg di CO2 in un solo giorno.

È sufficiente quest'esempio per capire che ridurre i consumi energetici nelle abitazioni significa al tempo stesso pagare bollette meno care e migliorare la qualità dell'ambiente.

Senza particolari rinunce una famiglia può ridurre i consumi e risparmiare fino al 40% delle spese per il riscaldamento, mediante due categorie di interventi che hanno come ricaduta anche la valorizzazione dell'immobile:

  • interventi sull'edificio per limitarne le dispersioni termiche
  • interventi sull'impianto di riscaldamento per migliorarne l'efficienza e ottimizzarne la gestione.

Un ulteriore 20% può essere risparmiato con adeguate scelte riguardanti:

  • l'illuminazione degli ambienti
  • gli elettrodomestici.

end faq

NORMATIVA

Le detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica

In base al Decreto legislativo 63/2013, sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2013, per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici già esistenti, spetta una detrazione del 65%. Le spese sostenute precedentemente godono, invece, della detrazione del 55%. Dal 1° gennaio 2014 la detrazione sarà del 36%, cioè quella ordinariamente prevista per i lavori di ristrutturazione edilizia.

Il provvedimento ha escluso dal beneficio del 65% le spese per gli interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia e quelle per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria. Inoltre, lo stesso decreto ha stabilito che per le spese sostenute per gli interventi su parti comuni di edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, la detrazione del 65% si applica dal 6 giugno 2013 fino al 30 giugno 2014

Quali sono gli interventi che possono usufruire della detrazione fiscale del 65%?

La detrazione fiscale del 65% spetta per le spese sostenute, e rimaste a carico del contribuente per:

  • interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, che ottengono un valore limite di fabbisogno di energia primaria annuo per la climatizzazione invernale inferiore di almeno il 20% rispetto ai valori riportati in un'apposita tabella (i parametri cui far riferimento sono quelli definiti con decreto del ministro dello Sviluppo economico dell'11 marzo 2008, così come modificato dal decreto 26 gennaio 2010). Il valore massimo della detrazione è pari a 100.000 euro
  • interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro. La condizione per fruire dell'agevolazione è che siano rispettati i requisiti di trasmittanza termica U, espressa in W/m2K, in un'apposita tabella (i valori di trasmittanza, validi dal 2008, sono stati definiti con il decreto del ministro dello Sviluppo economico dell'11 marzo 2008, così come modificato dal decreto 26 gennaio 2010). In questo gruppo rientra anche la sostituzione dei portoni d'ingresso, a condizione che si tratti di serramenti che delimitano l'involucro riscaldato dell'edificio verso l'esterno o verso locali non riscaldati e risultino rispettati gli indici di trasmittanza termica richiesti per la sostituzione delle finestre
  • l'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università. Il valore massimo della detrazione è di 60.000 euro
  • interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione. La detrazione spetta fino a un valore massimo di 30.000 euro. Il Dl 63/2013 ha escluso dal beneficio del 65% le spese per gli interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia e quelle per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

end faq

TECNOLOGIE

RISPOSTE PER TE

CONTATTI

Copyright © 2013 9REN Asset Srl. Tutti i diritti riservati | P.IVA 01857710683
Note Legali | Privacy | Credits